21 GIORNI DI KAPALABHATI


Kapalabhati in sanscrito sta a significare cranio splendente, è la purificazione del capo, la mia preferita e quella che con più facilità riesco a praticare, ma soprattutto la purificazione che con effetto immediato mi porta sulla presenza e mi da la possibilità di realizzare Asana, Azioni e Pensieri in modo veloce e chiaro.

Facciamo chiarezza in cosa consiste Kapalabhati. Si basa sulla respirazione, consiste nel fare delle contrazioni continue con la parete addominale attivando l’espirazione.

Amplifichiamo quello che solitamente facciamo quando respiriamo, invertendo l’attivazione.

Noi siamo soliti a rendere attivi l’inspirazione e lasciare l’espirazione quasi passiva;
in Kapalbhati questo intento si capovolge: intenzionalmente rendiamo attiva la fase espiratoria e passiva la fase inspiratoria, portando un ritmo, una cadenza il più possibile scandita in questa pratica.

Se lo dobbiamo fare inconsapevolmente ( come quando respiriamo) non riscontriamo difficoltà, ma quando lo dobbiamo fare consapevolmente con un obbiettivo subito la nostra capacità di buttare fuori l’aria diventa un impresa titanica e mettiamo in moto parti del corpo che non ci servono creando ulteriori tensioni.

Inizialmente per me fare Kapalbhati non è stato semplice , forse anche per la mia poca capacità di lasciar andare, ma decido comunque come con tutte le pratiche di farlo per 21 giorni e percepire l’effetto che avrebbe avuto su di me.

Giorno dopo giorno ho scoperto gli effetti positivi e negativi di questa pratica, sempre riferita a me stessa ovviamente, e quasi ogni giorno era una sorpresa.

Fare kapalbhati era come bere 5 caffè insieme, il risveglio della mia mente era immediato, come quasi immediata è stata la comprensione di cosa dovevo fare e come dovevo svolgerlo….la reiterazione giornaliera mi faceva comprendere cosa dovevo rilasciare e su cosa dovevo invece portare l’attenzione;

quindi piano piano le spalle erano rilasciate, non sussultavano più;
la posizione in ginocchio mi agevolava la pratica;
la ritmica emergeva in modo sempre più spontaneo.

Fare Kapalbhati mi ha aiutato a capire che se ho bisogno di trovare la mia presenza immediata è una ottima soluzione, non solo rispetto la mia mente ma anche rispetto al mio corpo.

La mia pratica seguita da Kapalbhati era più chiara e più pulita e soprattutto se dovevo fare delle posizioni che richiedevano un certo equilibrio mi dava più stabilità e controllo del mio baricentro.

Il mio respiro diventava più fluido e più calmo portandomi subito concentrazione, la mia mente era subito in grado di portarsi su quello che stavo facendo, la mia capacità di essere attenta e veloce aumentava dopo ogni purificazione.

Ma la scoperta che Kapalbhati mi ha portato più di ogni altro aspetto è la creatività.
La creatività di parola, la creatività di azione, la creatività di pensiero.

La mia pratica, le mie idee, la mia brillantezza erano più immediate e lucide.
Ora utilizzo Kapalabhati ogni volta che ho bisogno di idee nuove, di far emergere in maniera più immediata il mio aspetto creativo e ogni volta che ho bisogno di concentrarmi per farlo.

Ho scoperto anche che se sono in un periodo in cui il mio intestino non funziona in modo regolare, kapalbhati con il suo massaggio ritmico sugli organi mi porta regolarità.

Ho scoperto che se il mio ciclo è in ritardo Kapalbhati me lo riporta alla regolarità facendomelo arrivare tempestivamente.

Ho scoperto anche che Durante il ciclo invece mi provoca delle fitte fortissime e che quindi è meglio non praticarlo in quei giorni.

Questi i miei 21 giorni di kapalbhati questi i miei 21 giorni di scoperta, di conoscenza e di acquisizione di abilità.

In questi 21 giorni è come se avessi fatto un massaggio costante al cervello con un ritmo costante tra il mio centro e la mia testa a livello temporale .

Ho ritrovato una connessione profonda tra la cavità addominale e la cavità cranica.
Ho riattivato il mio centro di calore, portando solo ciò che mi serve verso l’alto, la mia vitalità, la mia lucidità, la mia capacità di formulare un pensiero e di concretizzarlo.

Ho creato il mio rapporto tra il mio mondo di Prana e il mio mondo di Manas.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...